2a casa: NO a nuove tasse

2a casa: NO a nuove tasseCon una nota Palazzo Chigi fa sapere che non ci saranno nuove tasse per le seconde case.

Cancellata definitivamente l’IMU , in questi giorni c’erano state delle indiscrezioni per cui per riuscire a trovare i soldi il Governo avrebbe messo delle nuove tasse sulle seconde case, ma con questa nota ufficiale si smentisce tutto questo.

Sicuramente una bella notizia per i proprietari di immobili, ma come troverà la copertura finanziaria il Governo all’abolizione dell’IMU?

Tali indiscrezioni evidentemente si riferiscono a bozze circolate nei giorni scorsi e che non faranno parte del provvedimento che sarà in Gazzetta Ufficiale“, questa la nota del Governo..

La tassa sui servizi: i Comuni non risentiranno dell’abrogazione dell’IMU che, ricordiamolo parte dal 2014, in quanto c’é in vista una tassa sui servizi, o service tax o TASER, in cui confluiranno i servizi di nettezza urbana, la luce nelle strade , la sicurezza e la proprietà di case ed abitazioni, anche per questo l’agenzia di rating S&P si é detta fiduciosa che i Comuni italiani non risentiranno a livello finanziario della nuova legislazione.

2a casa: NO a nuove tasseultima modifica: 2013-08-31T06:55:00+02:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “2a casa: NO a nuove tasse

  1. ma parliamo anche di vecchie tasse: sono disoccupata e l’unico stipendio è quello fragile di mio marito.
    mio padre è morto ed io e mia sorella abbiamo ereditato casa, invendibile di questi tempi e disabitata.
    Dobbiamo pagare una IMU che non tiene conto del reddito… IMU O ASIN-IMU?

  2. Purtroppo sono esenti solo quelli che rientrano nel modello ISEE.

    Il problema che nel modello Isee rientra anche il reddito da fabbricati.

    Quindi, pure se sei disoccupato a reddito 0 ma hai una casa che dal catasto risulta un reddito di 15.000 euro l’anno ( ad esempio una casetta con terra annessa) non sei esente da TASI eccetera.

    Mo dimmi: come fa uno che non guadagna nulla ( e magari si arrangia grazie parenti o piccoli lavoretti in nero per tirare avanti) a pagare magari 1.000 euro all’anno di TASI ed altre 1.000 di TARI ??

  3. Pingback: 8 per mille alla chiesa: la tassa nascosta | Investire e Risparmiare

Lascia un commento