Investire in Azioni: Guida per Iniziare a fare Investimenti in Borsa

In questo articolo è spiegato come iniziare ad investire in azioni

  • Che tipo di investitore sei?
  • Broker online
  • Robo-consulenti
  • Investire attraverso il proprio datore di lavoro
  • Minimi per aprire un acount
  • Commissioni e commissioni
  • Carichi del fondo comune (commissioni)
  • Diversificare e ridurre i rischi
  • Conclusioni

Investire è un modo per mettere da parte i soldi mentre sei impegnato con la vita e fare in modo che quei soldi lavorino per te in modo che tu possa raccogliere pienamente i frutti del tuo lavoro in futuro. Investire è un mezzo per un finale più felice. Il leggendario investitore Warren Buffett definisce gli investimenti come “… il processo di disposizione del denaro ora per ricevere più denaro in futuro“. 1  L’obiettivo dell’investimento è mettere i tuoi soldi al lavoro in uno o più tipi di veicoli di investimento nella speranza di far crescere i tuoi soldi nel tempo.

Diciamo che  hai messo da parte  1.000 euro e sei pronto per entrare nel mondo degli investimenti. O forse hai solo 10 euro in più alla settimana e ti piacerebbe investire. In questo articolo, ti illustreremo come iniziare ad investire in azioni e come investitore e ti mostreremo come massimizzare i tuoi rendimenti minimizzando i costi.

Qui : Approfondimenti 

investire in azioni

Riassunto

  • Investire è definito come l’atto di impegnare denaro o capitale in uno sforzo con l’aspettativa di ottenere un reddito o un profitto aggiuntivo.
  • A differenza del consumo, l’investimento investe denaro per il futuro, sperando che cresca nel tempo.
  • L’investimento, tuttavia, comporta anche il rischio di perdite.
  • Investire nel mercato azionario è il modo più comune per i principianti di acquisire esperienza di investimento.

Che tipo di investitore sei?

Prima di impegnare i tuoi soldi, devi rispondere alla domanda, che tipo di investitore sono? All’apertura di un conto di intermediazione, un broker online come Charles Schwab o Fidelity ti chiederà quali sono i tuoi obiettivi di investimento e quanti rischi sei disposto a correre.

Alcuni investitori vogliono prendere una mano attiva nella gestione della crescita del proprio denaro e altri preferiscono “impostarlo e dimenticarlo”. I broker online più “tradizionali”, come i due sopra menzionati, consentono di investire in azioni, obbligazioni, fondi negoziati in borsa (ETF), fondi indicizzati e fondi comuni di investimento.

Broker online

I broker sono full service o scontati. I broker a pieno servizio, come suggerisce il nome, offrono l’intera gamma di servizi di intermediazione tradizionali, tra cui consulenza finanziaria per la pensione, l’assistenza sanitaria e tutto ciò che riguarda il denaro. Di solito trattano solo con clienti con un patrimonio netto più elevato e possono addebitare commissioni sostanziali, tra cui una percentuale delle transazioni, una percentuale delle risorse gestite e, talvolta, una quota associativa annuale. È comune vedere dimensioni minime del conto di $ 25.000 e fino a intermediazioni a servizio completo. Tuttavia, i broker tradizionali giustificano le loro commissioni elevate fornendo consigli dettagliati sulle tue esigenze.

I broker di sconto erano l’eccezione, ma ora sono la norma. I broker online di sconto ti offrono strumenti per selezionare e effettuare le tue transazioni e molti di loro offrono anche un servizio di consulenza robo-set-e-dimentica-it. Con l’avanzare dello spazio dei servizi finanziari nel 21 ° secolo, i broker online hanno aggiunto più funzionalità, tra cui materiale didattico sui loro siti e app mobili.

Inoltre, sebbene esistano numerosi broker di sconto senza restrizioni di deposito minimo (o molto basse), potresti dover affrontare altre restrizioni e alcune commissioni sono addebitate ai conti che non dispongono di un deposito minimo. Questo è qualcosa che un investitore dovrebbe prendere in considerazione se desidera investire in azioni.

Robo-consulenti

Dopo la crisi finanziaria del 2008, è nata una nuova generazione di advisor di investimento: il robo-advisor . Jon Stein e Eli Broverman di Miglioramento sono spesso accreditati come il primo nello spazio. 2  La loro missione era quella di utilizzare la tecnologia per ridurre i costi per gli investitori e semplificare la consulenza sugli investimenti.

Dal lancio di Betterment, sono state fondate altre società robo-first e persino broker online come Charles Schwab hanno aggiunto servizi di consulenza robo-like. Secondo un rapporto di Charles Schwab, il 58% degli americani afferma che utilizzerà una sorta di consulenza robo entro il 2025. 3  Se vuoi un algoritmo per prendere decisioni di investimento per te, tra cui la raccolta delle perdite fiscali e il riequilibrio, un robo- il consulente potrebbe essere per te. E come ha dimostrato il successo dell’investimento nell’indice , se il tuo obiettivo è la creazione di ricchezza a lungo termine, potresti fare di meglio con un robo-advisor.

Investire attraverso il proprio datore di lavoro

Se hai un budget limitato, prova a investire solo l’1% del tuo stipendio nel piano pensionistico a tua disposizione al lavoro. La verità è che probabilmente non ti perderai nemmeno un contributo così piccolo.

I piani pensionistici basati sul lavoro detraggono i contributi dalla busta paga prima del calcolo delle imposte, il che renderà il contributo ancora meno doloroso. Una volta che ti senti a tuo agio con un contributo dell’1%, forse puoi aumentarlo man mano che ricevi aumenti annuali. Probabilmente non perderai i contributi aggiuntivi. Se si dispone di un conto di previdenza 401 (k) al lavoro, è possibile che si stia già investendo nel proprio futuro con allocazioni a fondi comuni di investimento e persino azioni della propria azienda.

Minimi per aprire un account

Molti istituti finanziari hanno requisiti minimi di deposito. In altre parole, non accetteranno l’applicazione del tuo account a meno che tu non depositi un determinato importo di denaro. Alcune aziende non ti permetteranno nemmeno di aprire un conto con una somma di soli  1.000 euro.

Vale la pena guardarsi intorno e controllare le recensioni dei nostri broker prima di decidere dove si desidera aprire un account. Elenchiamo i depositi minimi all’inizio di ogni recensione. Alcune aziende non richiedono depositi minimi. Altri possono spesso ridurre i costi, come le commissioni di negoziazione e le commissioni di gestione dell’account, se si dispone di un saldo superiore a una determinata soglia. Tuttavia, altri possono offrire un certo numero di operazioni senza commissioni per l’apertura di un conto.

Commissioni e spese varie

Come gli economisti amano dire, non si mangia gratis . Sebbene recentemente molti broker abbiano corso per abbassare o eliminare le commissioni sulle negoziazioni e gli ETF offrono investimenti indicizzati a tutti coloro che possono negoziare con un conto di intermediazione bare-bone, tutti i broker devono fare soldi dai loro clienti in un modo o nell’altro.

Nella maggior parte dei casi, il tuo broker addebiterà una commissione ogni volta che fai trading di azioni, attraverso l’acquisto o la vendita. Le commissioni di negoziazione vanno dalla fascia bassa di 2 euro per operazione, ma possono arrivare a  10 euro per alcuni broker di azioni. Alcuni broker non applicano commissioni commerciali, ma lo compensano in altri modi. Non ci sono organizzazioni di beneficenza che eseguono servizi di intermediazione.

A seconda della frequenza con cui fai trading, queste commissioni possono sommarsi e influire sulla tua redditività. Investire in azioni può essere molto costoso se si salta dentro e fuori dalle posizioni frequentemente, soprattutto con una piccola quantità di denaro disponibile per investire.

Ricorda, un trade è un ordine per acquistare o vendere azioni di una società. Se desideri acquistare cinque titoli diversi contemporaneamente, questo viene considerato come cinque operazioni separate e ti verrà addebitato un importo per ciascuna.

Ora, immagina di decidere di acquistare le azioni di quelle cinque società con i tuoi $ 1.000. Per fare questo, dovrai sostenere $ 50 in costi di trading – supponendo che la commissione sia di $ 10 – che equivale al 5% dei tuoi $ 1.000. Se dovessi investire completamente $ 1.000, il tuo conto verrebbe ridotto a $ 950 dopo i costi di negoziazione. Ciò rappresenta una perdita del 5% prima ancora che i tuoi investimenti abbiano la possibilità di guadagnare.

Se vendessi questi cinque titoli, dovrai sostenere ancora una volta i costi delle negoziazioni, che sarebbero altri $ 50. Fare il viaggio di andata e ritorno (acquisto e vendita) su questi cinque titoli ti costerebbe $ 100, o il 10% dell’importo del deposito iniziale di $ 1.000. Se i tuoi investimenti non guadagnano abbastanza per coprire questo, hai perso soldi semplicemente entrando ed uscendo dalle posizioni.

Se hai intenzione di fare trading frequentemente, dai un’occhiata al nostro elenco di broker per trader attenti ai costi .

 Costi del fondo comune (commissioni)

Oltre alla commissione di negoziazione per l’acquisto di un fondo comune , vi sono altri costi associati a questo tipo di investimento. I fondi comuni di investimento sono pool di fondi di investitori gestiti professionalmente che investono in modo mirato, come titoli statunitensi a grande capitalizzazione.

Ci sono molte commissioni che un investitore dovrà sostenere quando investe in fondi comuni di investimento. Una delle commissioni più importanti da considerare è il rapporto spese di gestione (MER), che viene addebitato dal team di gestione ogni anno, in base al numero di attività del fondo. Il MER varia dallo 0,05% allo 0,7% annuo e varia a seconda del tipo di fondo. Ma più alto è il MER, più incide sui rendimenti complessivi del fondo.

È possibile che vengano visualizzati diversi addebiti di vendita chiamati carichi quando si acquistano fondi comuni di investimento. Alcuni sono carichi front-end, ma vedrai anche fondi senza carico e back-end. Assicurati di capire se un fondo che stai considerando comporta un carico di vendita prima di acquistarlo. Dai un’occhiata all’elenco del tuo broker di fondi senza carico e fondi senza commissioni di transazione se vuoi evitare questi costi aggiuntivi.

In termini di investitore principiante, le commissioni del fondo comune rappresentano in realtà un vantaggio rispetto alle commissioni sulle azioni. La ragione di ciò è che le commissioni sono le stesse, indipendentemente dall’importo investito. Pertanto, finché si soddisfa il requisito minimo per aprire un conto, è possibile investire fino a $ 50 o $ 100 al mese in un fondo comune. Il termine per questo si chiama media dei costi in dollari (DCA) e può essere un ottimo modo per iniziare a investire.

Diversificare e ridurre i rischi

La diversificazione è considerata l’unico pranzo gratuito negli investimenti. In breve, investendo in una gamma di attività, si riduce il rischio che la performance di un investimento danneggi gravemente il rendimento dell’investimento complessivo. Potresti pensarlo come un gergo finanziario per “non mettere tutte le uova nello stesso paniere”.

In termini di diversificazione, la maggiore difficoltà nel farlo proviene dagli investimenti in azioni. Come accennato in precedenza, i costi di investimento in un gran numero di titoli potrebbero essere dannosi per il portafoglio. Con un deposito di $ 1.000, è quasi impossibile avere un portafoglio ben diversificato, quindi tieni presente che potresti dover investire in una o due società (al massimo) per cominciare. Ciò aumenterà il rischio.

È qui che si concentrano i maggiori vantaggi dei fondi comuni di investimento o dei fondi negoziati in borsa (ETF). Entrambi i tipi di titoli tendono ad avere un gran numero di titoli e altri investimenti all’interno del fondo, il che li rende più diversificati di un singolo titolo.

Conclusioni

È possibile investire se hai appena iniziato con una piccola somma di denaro. È più complicato che selezionare semplicemente l’investimento giusto (un’impresa abbastanza difficile in sé) e devi essere consapevole delle restrizioni che devi affrontare come nuovo investitore.

Dovrai fare i compiti per trovare i requisiti minimi di deposito e quindi confrontare le commissioni con altri broker. È probabile che non sarai in grado di acquistare in modo economico singoli titoli e di essere comunque diversificato con una piccola quantità di denaro. Dovrai anche fare una scelta su quale broker desideri aprire un account.

Investire in Azioni: Guida per Iniziare a fare Investimenti in Borsaultima modifica: 2020-11-21T16:20:26+01:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento